Caro sessantesimo ci salutiamo qui…

Caro sessantesimo ci salutiamo qui…

a cura della Professoressa C. Venanzi

Venerdì 5 maggio, presso il Teatro Caio Melisso di Spoleto, si è svolto un convegno per celebrare i 60 anni
del Liceo Artistico “Leoncillo Leonardi”, ex Istituto Statale d’Arte. L’evento, ultima tappa di un percorso
iniziato ormai molti mesi fa, ha costituito l’occasione per riflettere sull’attuale identità del Liceo Artistico e
sui suoi obiettivi futuri.
Alla presenza del sindaco Andrea Sisti e degli assessori Chiodetti e Renzi, del Dirigente Scolastico, di tutti gli
studenti dell’Istituto e di un folto e variegato pubblico, è stato presentato dalla prof.ssa Clarissa Venanzi il
volume “I 60 anni del Leoncillo Leonardi”, curato personalmente dalla stessa e contenente non solo
l’annuario dei diplomati dagli anni ’60 ad oggi, ma arricchito da altri contributi, scritti dai docenti Lidia
Antonini, Giacomo Briguori, Clarissa Venanzi, da ex Dirigenti Scolastici, dal personale di segreteria e da
docenti e studenti che negli anni, a vario titolo, hanno vissuto la nostra scuola. Nel corso della mattinata è
stato presentato il video con le interviste agli ex docenti e studenti, realizzato dagli alunni della sezione
Audiovisivo e Multimediale sotto la guida della prof.ssa Simona Bonini Baldini e lo spettacolo “L’amore delle
tre melarance”, messo in scena dagli studenti della sezione Scenografia, diretti dalla prof.ssa Giuliana
Bertuccioli, che nel 1962 riscosse grande successo al Festival dei Due Mondi.
La parte centrale dell’evento ha riguardato una serie di interventi relativi all’identità del Liceo Artistico oggi
e alle prospettive future, con la presentazione del progetto Next generation Labs e dell’esperienza dei
percorsi di secondo livello nella sede carceraria. I relatori sono stati la Dott.ssa Flaminia Giorda, Dirigente
del Ministero dell’istruzione e del Merito con funzione tecnico ispettiva, il , Dott. Danilo Vicca, Presidente
della RENALIART (Rete nazionale dei licei artistici), la prof.ssa Bonini Baldini e il prof. Giorgio Flamini.
La mattinata di festa si è conclusa presso la sede della scuola a piazza San Domenico, con un ricco buffet e
con la visita al percorso espositivo, illustrato dagli studenti della scuola.
Si coglie l’occasione per ringraziare il Dirigente Scolastico, tutti i componenti del Gruppo di Lavoro per il
sessantesimo: Clarissa Venanzi, Giacomo Briguori, Lidia Antonini, Giuliana Bertuccioli, Nadia Gaggiotti,
Emanuela Fastellini, Rosa Perugino, Simona Bonini Baldini. Si ringrazia il prof. Francesco La Manna per il
logo che ha accompagnato tutte le iniziative del sessantesimo, su idea della studentessa Giada Santificetur.
Si ringraziano inoltre i docenti Antonio Procacci e Ubaldo Minelli, il DSGA Gianni Menconi, il personale ATA
e tutti coloro che, interni o esterni alla scuola, hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.
Per dirla con le parole della prof.ssa Bertuccioli…”Caro 60°, ci sei costato non poche fatiche, ma è stato
davvero bello lavorare per ricordare quello che è stato e festeggiare quello che siamo ora”.