IL GRUPPO FAI DI SPOLETO PROPONE “IL DUOMO DI SPOLETO COME NON L’AVETE MAI VISTO”

un’occasione unica per scoprire le parti più nascoste della Cattedrale

IV A Liceo Classico

Il Gruppo FAI (Fondo Ambiente Italiano) propone per Domenica 10 aprile l’apertura straordinaria “Il Duomo di Spoleto come non l’avete mai visto”.

L’iniziativa recupera l’apertura già programmata per le Giornate di Primavera dello scorso 27 marzo, poi annullata per improvvisi problemi tecnici.

Le visite guidate, a cura dei volontari FAI e dei narratori dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Sansi – Leonardi – Volta”, corso classico, si svolgeranno dalle 10,30 alle 17,30 con INTERRUZIONE dalle ore 11,15 alle ore 12,30 per la celebrazione della santa Messa; durante l’interruzione sarà possibile visitare la cripta di San Primiano e le principali testimonianze artistiche della piazza del Duomo.

La visita, resa possibile dalla preziosa e generosa collaborazione dell’Archiodiocesi spoletina, offrirà la straordinaria possibilità di vedere parti normalmente chiuse al pubblico. Dopo uno sguardo d’insieme della Cattedrale, infatti, ci si trasferirà nella Cappella di sant’Anna dove si possono ammirare cospicui resti di affreschi del duomo romanico; da questo ambiente, in via del tutto eccezionale, i visitatori saranno accompagnati all’affaccio che consente di vedere dall’alto il pavimento cosmatesco appena restaurato e quasi di toccare con mano gli straordinari affreschi di Filippo Lippi, che ornano l’abside del Duomo. Dopo lunghi anni di lavori sarà, inoltre, possibile visitare la cripta di San Primiano, una delle testimonianze più antiche dell’architettura religiosa di Spoleto; la visita, infine, si concluderò con il privilegio di affacciarsi dal grande terrazzo che sovrasta il portico rinascimentale della Cattedrale, normalmente non aperto al pubblico, da cui si potrà godere una vista incomparabile della piazza del Duomo.

I visitatori potranno accedere senza bisogno di prenotazione, ma saranno divisi in gruppi contingentati, che si muoveranno sempre con almeno un accompagnatore; in caso di eccessivo affollamento saranno possibili brevi intervalli nella partenza dei gruppi.