Giulio Fortunato

Giulio Fortunato

5 A Liceo delle Scienze Umane

Recitare è sempre stata una mia è passione: ho svolto, infatti, un corso di teatro di Spoleto, il “Teodelapio”. Proprio grazie a questa esperienza, quest’anno ho deciso di immergermi nel laboratorio artistico scolastico. 

Nonostante si sia trattato di un progetto totalmente a distanza, vista l’attuale situazione di emergenza sanitaria, è stata un’occasione stupenda perchè mi ha permesso di interpretare personaggi con caratteristiche completamente diverse dalle mie: partendo dalla recitazione dei versi dei poeti Dante Alighieri e Parini, fino ad arrivare alla rappresentazione di un rapper adolescente. 

È stata anche un’opportunità di crescita a livello sociale, grazie al bel legame che si è creato tra noi attori, nonostante tutte le difficoltà che la tecnologia comporta.

È stato un progetto che mi ha dato la possibilità di conoscere più a fondo me stesso e gli altri, con la speranza che si possa tornare al più presto al vero teatro dal vivo in modo tale da provare quelle emozioni che da casa, purtroppo, non ho potuto sperimentare.