Progetto "Città che legge"

Il Progetto consiste in alcuni incontri nei palazzi storici di Spoleto, che conservano straordinarie memorie pittoriche e scultoree. Nel corso di questi appuntamenti (nell’a.s. 2020-2021 on line) un primo gruppo di allievi, debitamente formati, illustra il contesto architettonico e il suo apparato decorativo. Un secondo gruppo di studenti, a rotazione, compie letture espressive in Lingua Italiana, in Lingua Inglese e in una terza lingua (non indoeuropea). I brani letti sono connessi con la storia del palazzo, con il significato delle immagini dipinte, con le vicende della famiglia che l’ha abitato.

Gli obiettivi del Progetto sono molteplici. Da un lato si vuole favorire l’accessibilità ai luoghi storici e contemporaneamente diffondere la modalità della lettura ad alta voce, per tutti ma, in particolare,  per  coloro che sono svantaggiati linguisticamente perché appartenenti a comunità straniere. Dall’altro si intende promuovere la conoscenza del territorio e raccontarlo in un’ottica interculturale di confronto e di arricchimento. In una prospettiva del genere la lettura ad alta voce diventa basilare in una prospettiva di integrazione ed educazione alla bellezza.

Il Progetto è riservato agli studenti del triennio del Liceo Classico e del Liceo Linguistico, nell’ambito delle attività di Alternanza Scuola/Lavoro (PCTO-Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento).