Per una conoscenza e valorizzazione del territorio di Spoleto

Progetto "Guide del Territorio"

Gli studenti, mediante visite in situ e ricerche guidate dal docente, studiano le evidenze storico-artistiche e paesaggistiche del territorio spoletino. Diventano così guide per i loro coetanei di altri Istituti superiori, per i ragazzi delle Scuole secondarie di primo grado o primarie di Spoleto oppure per scambi linguistici. Il progetto utilizza  il metodo didattico della peer education, cioè l’educazione tra pari (l’alunno apprende non dall’adulto ma da un coetaneo).

Durante il percorso gli studenti accrescono il senso di appartenenza al territorio e sviluppano la consapevolezza della funzione civile della conservazione dell’ambiente e del patrimonio culturale. Le attività del Progetto “Guide del Territorio” diventano così fondamentali per la formazione di un senso di cittadinanza, autentico e concreto.

La conoscenza consapevole delle proprie tradizioni culturali e del passato è inoltre una  base indispensabile per una lettura critica del presente. Anche dal punto di vista dell’educazione civica, educare al rispetto del nostro patrimonio si configura come veicolo  per acquisire e trasmettere regole comportamentali generali.

Un altro obiettivo importante del progetto, infine,  è trasmettere l’importanza di un patrimonio culturale adeguatamente valorizzato in termini di risorsa economica, specialmente in un territorio a vocazione turistica come quello spoletino e umbro.

Il Progetto è curato e coordinato dalla prof.ssa Lidia Antonini.

 

ELENCO DEI MONUMENTI STUDIATI A PARTIRE DALL’ANNO SCOLASTICO 2011-2012:

  • Palazzo Toni e area circostante
  • Duomo e Piazza del Duomo
  • Teatro romano e principali reperti conservati nel Museo archeologico di Spoleto
  • Palazzo Collicola. Gruppo di Spoleto presso palazzo Collicola
  • Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo
  • Casa romana
  • Chiesa di San Giuliano
  • Edicola della Madonna delle Forche – Vallo di Nera
  • Chiesa di S. Filippo
  • Spoleto e la prima guerra mondiale (i Monumenti ai caduti)
  • Oratorio della Resurrezione c/o San Gregorio
  • Museo del Ducato
  • Palazzo Racani Arroni
  • Oratorio di San Pietro Martire
  • Le mura ciclopiche
  • Chiesa e chiostro di San Nicolò